Solo ieri: quando l’altro è l’anziano

Ludoteca "Giocabimbi in città"

ludoteca "Giocabimbi in Città" e una casa di riposo da individuare nel comune di Ancona

L'anziano in una casa di riposo diventa “altro”: “altro” rispetto a chi sta fuori, “altro” rispetto ai giovani, “altro” rispetto ad una società in rapidissima trasformazione. Eppure l’anziano è depositario di un tesoro di ricordi e di conoscenze che costituiscono le nostre “radici”, “ permanenza continua in cui siamo immersi. È un sottofondo musicale: se non lo ascolti neanche ti accorgi della sua presenza, ma se lo noti cogli qualcosa in più e tutto cambia". Il progetto interessa un aspetto di vita appartenente a tutti gli Anconetani: le estati al mare. Ad Ancona, la chiusura delle scuole e l’arrivo dell’estate hanno sempre significato “andare al mare”. Il progetto intende mettere a confronto due generazioni di anconetani (anziani e bambini) su abitudini e modalità di trascorrere le vacanze al mare, raccogliendo ricordi preziosi su un passato comune recente, che appartiene a tutta la città, in modo da fare risaltare i legami che innestano le impetuose recenti trasformazioni alle abitudini antiche II mare, inteso come spiaggia, come luogo di vacanza estiva e di attività ludiche è il collante che lega tutto il progetto. Il progetto rientra nella dimensione di “cultura partecipata”: quella dimensione definita nella dispensa “come confronto tra individui, come comunità di persone e come essere umano che si esprime”. Il progetto rientra anche nella dimensione di cultura in trasformazione, i cui elementi ricorrenti sono “il cambiamento, l’evoluzione e la trasformazione (…) La cultura non è un argomento, una persona, una vicenda. La cultura è un processo che si contamina e che contamina, che si evolve nel tempo e che trasforma ciò con cui entra in contatto”. L' obiettivo è: Incontrare le trasformazioni delle abitudini nelle generazioni di anconetani sul tema: “Le vacanze al mare”. I beneficiari saranno: la cittadinanza; gli anziani ospiti di una casa di riposo; i bambini frequentanti la ludoteca “Giocabimbi in città” e loro famiglie. Il tempo di realizzazione previsto è un anno.