Ancona CapiTAUle 2020. Ancona capofila della rete dei Teatri Antichi Uniti delle Marche

AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali in collaborazione con Regione Marche, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche, Museo Archeologico delle Marche, Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Fabriano, Falerone, Fano, Grottammare, Macerata, Monte Rinaldo, Pesaro, San Severino Marche, Sirolo, Urbisaglia

Ancona - Anfiteatro Romano, Museo Archeologico delle Marche, Arco di Traiano

Il teatro è lo strumento che più di ogni altro sembra rivelarsi utile a una riflessione e una azione sul questo tema in tutta la sua complessità: L' Altro non solo come problema, ma come occasione unica. Scrive J.Grotowski “Andare uno incontro all’altro, deporre le armi. Poco importa che si continui a chiamarlo teatro. Un tale luogo è necessario”. Pensare e programmare il teatro quale 'necessario' luogo di incontro è il fulcro del progetto. Come avverte R. Castellucci “I luoghi in cui le persone si ritrovano fisicamente insieme, tra sconosciuti, sono rimasti pochi. È un luogo religioso in senso etimologico [“religio” sta per “raccogliere, riunire”]. Tutti guardano la stessa cosa nello stesso momento e la ‘formano’”. Un confronto fondamentale che avrà luogo a partire dalla scelta degli spettacoli, dal contributo degli artisti coinvolti e dalla partecipazione delle comunità.