Blumix: Ancona il Blu dentro

Poliarte Politecnico delle arti applicate all'impresa

Piazza del Papa, Orto Botanico di Urbino, Museo Omero, Orto Botanico dell’Università di Agraria di Ancona

Il progetto si presta a numerosi tipi di relazioni con l’Altro, storicamente l’esportazione della pianta ha consentito il contatto tra popoli e lo scambio culturale delle informazioni sull’utilizzo di questo colore. Attualmente possiamo definire Altro chiunque si senta toccato dai temi che l’attività di produzione e utilizzo della tinta vegetale arreca quali, il tema ecologico, quello del riciclo virtuoso, della salute della persona, del favore verso l’attività agricola, dell’interesse culturale-storico delle opere realizzate con questa tinta vegetale e del conseguente interesse turistico. Altro sarà il produttore agricolo di guado, Altro sarà l’artigiano e l’industria che, scegliendo tessuti naturali, deciderà di tinteggiare con colori vegetali, Altro sarà lo studioso alla ricerca dei tessuti del passato sui quali è stata applicata questa colorazione, alla scoperta dei mulini speciali utilizzati per l’estrazione del colore, Altro sarà il turista sulle tracce del colore vegetale. Altro sarà chiunque si senta sensibilizzato dalla promozione di un distretto culturale e materiale legato alla produzione ed all’utilizzo dei coloranti naturali vegetali, nella logica della contaminazione creativa delle imprese tradizionali e turistiche.